Crea sito

image041.gif


 

La Rosa dei venti ha origine dal mondo Romano che la collocava rispetto al Mar Ionio

rosade1.gif

rosa_dei_venti.gif

 

La rosa dei venti più semplice è quella a 4 punte formata dai soli quattro punti cardinali:

 

- NORD anche detto settentrione, mezzanotte, borea o TRAMONTANA vento del nord, dal latino “intra montes”, si riferisce al fatto che spira dal cuore delle alpi
- EST anche detto oriente o LEVANTE vento dell’ est, ovvero da dove si leva il sole
- SUD anche detto meridione, ostro oppure MEZZOGIORNO vento del sud, il termine deriva dal latino “Auster”, che significa vento di mezzogiorno
- OVEST anche detto occidente o PONENTE vento dell’ ovest, ovvero da dove il sole si pone

 

Tra i quattro punti cardinali principali si possono fissare 4 punti intermedi:

 

- NORD-EST anche detto GREGALE vento del nord-est, ovvero vento che viene dalla Grecia
- SUD-EST anche detto SCIROCCO vento del sud-est, ovvero vento che viene dalla Siria

- SUD-OVEST anche detto LIBECCIO vento del sud ovest, ovvero vento che viene dalla Libia

- NORD-OVEST anche detto MAESTRALE vento del nord-ovest, vento che viene dal Magistero come veniva definita Roma

 

 

TABELLA FORZA DEI VENTI

Grado

Velocità (km/h)

Tipo di Vento

(Nodi)

Condizioni ambientali

velocità (m/s)

0

0 - 1

calma

0 - 1

il fumo ascende verticalmente; il mare è uno specchio.

< 0.3

1

1 - 5

bava di vento

1 - 3

il vento devia il fumo; increspature dell'acqua.

0.3-1.5

2

6 - 9

brezza leggera

4 - 6

le foglie si muovono; onde piccole ma evidenti.

1.6-3.3

3

10 - 19

brezza

7 - 10

foglie e rametti costantemente agitati; piccole onde, creste che cominciano ad infrangersi.

3.4-5.4

4

20 - 28

brezza vivace

11 - 16

il vento solleva polvere,foglie secche,i rami sono agitati; piccole onde che diventano più lunghe.

5.5-7.9

5

29 - 38

brezza tesa

17 - 21

oscillano gli arbusti con foglie; si formano piccole onde nelle acque interne; onde moderate allungate.

8-10.7

6

39 - 49

vento fresco

22 - 27

grandi rami agitati, sibili tra i fili telegrafici; si formano marosi con creste di schiuma bianca, e spruzzi.

10.8-13.8

7

50 - 61

vento forte

28 - 33

interi alberi agitati, difficoltà a camminare contro vento; il mare è grosso, la schiuma comincia ad essere sfilacciata in scie.

13.9-17.1

8

62 - 74

burrasca moderata

34 - 40

rami spezzati, camminare contro vento è impossibile; marosi di altezza media e più allungati, dalle creste si distaccano turbini di spruzzi.

17.2-20.7

9

75 - 88

burrasca forte

41 - 47

camini e tegole asportati; grosse ondate, spesse scie di schiuma e spruzzi, sollevate dal vento, riducono la visibilità.

20.8-24.4

10

89 - 102

tempesta

48 - 55

rara in terraferma, alberi sradicati, gravi danni alle abitazioni; enormi ondate con lunghe creste a pennacchio.

24.5-28.4

11

103 - 117

fortunale

56 - 63

raro, gravissime devastazioni; onde enormi ed alte, che possono nascondere navi di media stazza; ridotta visibilità.

28.5-32.6

12

oltre 118

uragano

64 +

distruzione di edifici, manufatti, ecc.; in mare la schiuma e gli spruzzi riducono assai la visibilità.

32.7 +

 

 
Tutti i dati e immagini sono di proprietà dei rispettivi siti – Vietata ogni riproduzione senza le dovute autorizzazioni


©2010-2019 METEOCHIANTI - Tutti i dati e immagini sono di proprietà dei rispettivi siti - Vietata ogni riproduzione anche parziale senza le dovute autorizzazioni
METEOCHIANTI non si assume alcuna responsabilità di carattere civile o penale per l’utilizzazione impropria delle informazioni contenute nel sito